451 °F

STROFA1:

Ogni allarme è un potenziale furto

Ogni angolo è un potenziale pericolo

Ogni persona è imprevedibile

Io che sfido i miei limiti per sentirmi invincibile

Non ho bisogno di convenevoli

Siamo socievoli perché la società ci vuole così

Chi si scontra lo fa con i più deboli

E ora nell’armadio non ha abiti ma scheletri

A ricredersi sono tutti molto bravi

Il difficile è accettare la realtà rinunciando alle ali

Vittime di internet che ci ha resi schiavi

Ci ha tolto gli attributi bruciando gli ideali

E questo luogo raso al suolo dal disinteresse

È un campo di gioco e si accettano scommesse

Lottiamo senza sosta per essere vincitori

Per frazioni di secondo fatte di soddisfazioni

RIT

E non ci sto no! e non ci sto no!

In questo posto

Fatto di pensieri che diventano problemi

In questo posto

Fatto di ideali che non sono gli ideali

In questo posto

E non ci sto no

E non ci sto no no no

STROFA2:

O scrivi o dormi, o scrivi o dormi

Striscio tra i pensieri in corsivo e scrivo: “corri!”

O vivi o sogni, o vivi o sogni

Nidi di malessere nel tessere i tuoi giorni

È la logica del gioco della vita

Che ci spinge fuori orbita inducendoci a pensare sia la linea guida

Grida! Tanto la voce non ti serve

La gente è sorda ma ha la lingua lunga

Come una serpe verde, sempre al verde, qui le merde

Si atteggiano più viscide delle viscere di un verme

Gli servirebbero anche solo l’odore delle sberle

A mani e braccia aperte alla Bud Spencer

E Terence Hill ora tutti scemi tipo Mr. Bean

Ma sai che qui è faccia sullo schermo quindi Silent Hill

Silence please! se parli troppo allora fuck you bitch!

Se parlo scoppio Kill Bill

RIT

E non ci sto no! e non ci sto no!

In questo posto

Fatto di pensieri che diventano problemi

In questo posto

Fatto di ideali che non sono gli ideali

In questo posto

E non ci sto no

E non ci sto no no no

STROFA3:

Wrum… come corre il tempo sulla strada

Non è una gara ma è il gran galà di una sfilata

Costante e senza interruzioni

È un treno privo di binari, pilota, freni e vagoni

Nati liberi e di libere interpretazioni

Privi di valori grazie a finte interazioni

Fuori un altro social e vuoi sapere a cosa serve?!

A raggruppare più coglioni sotto lo stesso server

Sotto la stessa gente che sì! si sottomette

Al sistema che sotto sotto detta legge

Cresce giorno dopo giorno questo gregge

Brillante questo verde ma tossiche quelle erbe

Affamati per la voglia di mangiare e non per il bisogno

Vorrei che fosse un sogno e lontano questo mondo

Ma il pascolo ha viziato gli animali e abituato il portafoglio

E ora si nutrono di erba voglio

RIT

E non ci sto no! e non ci sto no!

In questo posto

Fatto di pensieri che diventano problemi

In questo posto

Fatto di ideali che non sono gli ideali

In questo posto

E non ci sto no

E non ci sto no no no