NOVEMBRE

Nuoto nel fumo, non so orientarmi

Sarò lontano, torno sui passi

Non c’è più prato, dove ti portavo

C’è filo spinato, cemento armato, corriamo scalzi

Già sai come sono, perché cambiarmi

Meglio da solo, più che con tanti

Sogni di giorno, io che non dormo

Non ho più sonno, non ho calmanti

Io che ti sprono, tu che mi abbatti

Forse mi sparo, forse mi salvi

Grande mistero, piccoli spazi

Noi così pazzi da riprovarci ancora

A volte vale la pena di provare

Sulla sua pelle sale, ma non mi brucia più

Il treno dei pensieri lo voglio dirottare

Perciò lasciami in pace se non lo guidi tu
A volte vale la pena

A volte vale la pena

A volte vale la pena

A volte vale la pena di provareA volte sai vale la pena, rimanere svegli la sera

Vivere king, vivere fast, che duri quanto una candela

Ricordi bussano alla porta, nella mia testa come colla

La strada prima sai era vuota, tranne la sera, quando era nostra

Sulla pelle brucia il sale, sale sulla mia schiena

Come il freddo la sera e le botte in discoteca

Balliamo come l’acqua, ma poi sempre acqua resta

Non ci perdo la testa, ora brindiamo alla nostraA volte vale la pena di provare

Sulla sua pelle sale, ma non mi brucia più

Il treno dei pensieri lo voglio dirottare

Perciò lasciami in pace se non lo guidi tuIl pomeriggio corre, mi porta con sé

Un bagno fra le onde nel pieno di Novembre

Dividere le colpe aiuterebbe

A guardare oltre, col tempo tutto quanto si risolve

A volte vale la pena di provare

Sulla sua pelle sale, ma non mi brucia più

Il treno dei pensieri lo voglio dirottare

Perciò lasciami in pace se non lo guidi tuA volte vale la pena

A volte vale la pena

A volte vale la pena

A volte vale la pena di provare